📦 Spedizione gratuita su ordini superiori a 65€ || ✉️ Aggiungi un biglietto di Natale al tuo ordine: a SOLI 1,80€!

La sostenibilità di distoffa è perfetta? 
No. 
Ma la sostenibilità parte dalle domande, e ne faccio molte.


Attenzione alla filiera

Il tovagliolo distoffa è realizzato avendo cura della filiera che lo produce. Voglio prestare attenzione a un consumo etico, che eviti sprechi di ogni sorta, da quelli più evidenti a quelli più nascosti. Per questo motivo i tovaglioli distoffa sono fatti in Italia, evitando lo sfruttamento che troppo spesso caratterizza il settore tessile, dove la lotta al prezzo più basso esige condizioni di lavoro precarie, e richiede alle aziende di produrre più del necessario. Finendo per avere moltissimi pezzi invenduti che finiscono, quando va bene, al macero. Quando va male, in discariche in luoghi del mondo lontani. Tutto questo produce sprechi. 


[Il deserto di Atacama, in Cile è diventato una vera e propria discarica di vestiti invenduti. Ogni anno la sua discarica a cielo aperto accoglie più di 39 mila tonnellate di abbigliamento invenduto che arriva dall'Occidente.]

 

Le distanze contano...

Produrre in Italia significa anche accorciare la lunghezza della filiera, evitare così l’inquinamento che deriverebbe dal trasporto di un prodotto cosi semplice dal luogo di produzione… fino all’altra parte del mondo, dove verrebbe utilizzato. 

Stop "usa e getta"

Scegliendo un prodotto riutilizzabile, elimini anche tutti gli sprechi derivanti dalla filiera che trasporta e rifornisce i supermercati dell’equivalente prodotto usa e getta. Tutto ciò a fronte di un piccolo consumo di acqua ed energia per il lavaggio.

Nel progettare distoffa ho anche evitato di fare uso di grande di marchi di vendita online. Tipo quello che inizia per la A e finesce per mazon. È stato difficile? Molto di più. È stato costoso? Molto di più. Ma perché comprare un oggetto identico prodotto in Cina, quando posso comprarlo prodotto in Italia? Tutto ciò ha ovviamente dei costi, maggiori, ma la rivoluzione della sostenibilità deve partire da qui.


Manutenzione

I tessuti distoffa possono essere lavati comunemente in lavatrice. Puoi lavarli fino a 40 gradi con i programmi più comuni. Questo consente di unirli ai normali lavaggi che quotidianamente si fanno in casa, diminuendo lo spreco per lavaggi dedicati. 


Materiali

Il tessuto dei tovaglioli distoffa è di alta qualità e realizzato in Italia. È certificato inoltre OEKO-TEX STANDARD 100, certificato che mira a garantire che i prodotti tessili siano privi di sostanze tossiche, e quindi siano sicuri per la salute umana e per l’ambiente. Vuoi saperne di più?